Asolo - Foto: Beatrice Bonsembiante

Vacanze con animali ad Asolo

Definita da Giosuè Carducci la Città dei cento orizzonti, Asolo è uno dei centri storici più suggestivi d’Italia. Raccolta entro le antiche mura che si diramano dalla Rocca, fortezza del XII° secolo, conserva in ogni scorcio testimonianze della sua millenaria storia.

Luogo di fascino sui dolci colli asolani, Asolo fu meta di poeti e scrittori, artisti e viaggiatori, che qui trovarono ispirazione e armonia. Tra questi il poeta inglese Robert Browning, la Divina del teatro Eleonora Duse, il compositore Gian Francesco Malipiero, la scrittrice e viaggiatrice inglese Freya Stark.

Una visita ad Asolo permette di conciliare il gusto per la storia e la cultura con i piaceri della tavola. Nelle osterie, nei ristoranti, nei caffè e nelle enoteche che si affacciano sui caratteristi portici e sulle piazze si possono gustare ottimi piatti preparati con i migliori prodotti locali e legati alla tradizione culinaria veneziana, come gli sfiziosi cicchetti. Il tutto accompagnato da un frizzante calice di Asolo Prosecco Superiore DOCG, eccellenza della nostra terra.

Tutto il borgo può essere visitato accompagnati dai propri amici a quattro zampe, dal centro storico fino a salire alla Rocca Medievale per ammirare l’incredibile panorama dall’alto delle sue mura. Si può partecipare alle visite guidate in esterna e alle escursioni naturalistiche oppure percorrere privatamente i tanti sentieri che si diramano nelle colline, tra boschi, rive e sorgenti naturali.

In tutto il centro storico, poi, sono state posizionati dei cestini per la raccolta della cacca dei nostri accompagnatori pelosi; inoltre l’Ufficio Turistico e numerosi esercenti/commercianti espongono ciotole di acqua fresca per ristorare i cani dopo le passeggiate, soprattutto durante la calura estiva.

Cosa vedere ad Asolo

Si può partire dalla piazza centrale, oggi intitolata a Garibaldi, con l’antica fontana sovrastata dal leone di San Marco.

La cattedrale, ricostruita nel 1747, conserva nella facciata la struttura romanica. All’interno, opere notevoli tra cui spicca l’Assunta, capolavoro di Lorenzo Lotto (1506).
La Loggia della Ragione costituiva il centro della vita amministrativa; nella sala della Ragione si trovano gli stemmi dei podestà asolani; la facciata verso la piazza porta un affresco del Contarini.

Imboccata via Browning si incontrano palazzo Polo con le sue eleganti trifore, casa Tabacchi (dove Browning scrisse i versi di “Asolando”), la fontanella Zen (1571) e villa Freya, dimora della famiglia Stark.

Entrando in centro da sud, da Porta Loreggia, e prendendo il Foresto vecchio, ci s’imbatte in casa Malipiero, che ospitò il musicista veneziano, e nella chiesa di San Gottardo.

Salendo lungo la bella via Bembo, si costeggiano le mura fortificate che salgono alla rocca e si ritorna in piazza. Da qui si sale a piedi lungo via Regina Cornaro tra due ali di palazzi quattrocenteschi affrescati e dotati di portici. A sinistra c’è il castello della Regina, ora Teatro Duse, con la torre Civica e la più piccola Reata. Scendendo si lascia sulla sinistra via Sottocastello con l’omonima porta e si passa davanti a palazzo Beltramini, ora municipio. Prima di ridiscendere lungo contrada Canova, merita uno sguardo via Belvedere, dove fino al 1547 era ospitata la comunità israelitica.

In via Canova si ammirano casa Duse e, sotto porta Santa Caterina, casa De Maria e la graziosa chiesetta di Santa Caterina con affreschi del Trecento. Più avanti a sinistra palazzo Pasquali, con la lapide a ricordo del soggiorno di Napoleone nel 1797 e, oltre villa de Mattia, la casa detta Longobarda.

Sul colle degli Armeni, è notevole il “fresco” di villa Contarini. Salendo per la stretta via Sant’Anna, si arriva in faccia all’omonima chiesa. Nel cimitero, le tombe dell’attrice Eleonora Duse (1858-1924) e dell’esploratrice e scrittrice Freya Stark (1893-1993). Ricordiamo le parole della Duse: “Amo Asolo perché bello e tranquillo, paese di merletti e di poesia”.

Tornando dalla piazza centrale si sale ora per via Dante e, lasciata sulla destra l’elegante villa Scotti Pasini, s’incontra l’ex monastero benedettino di San Pietro. Infine, oltrepassata Porta Colmarion, 276 gradini conducono alla rocca del XIII secolo, sulla sommità del monte Ricco. Dagli spalti, splendida vista sul paesaggio circostante.

Eventi e feste tradizionali

Rogo dea Vecia“, tradizionale evento di ispirazione contadina per celebrare il passaggio dall’inverno ad una nuova primavera: si procede alla messa in scena comica di un processo nel quale una “vecia” (strega) viene incolpata di tutte le magagne dell’anno precedente.

Ogni seconda domenica del mese: Mercatino dell’antiquariato e del collezionismo.

10 Agosto: Calici di Stelle. Prima città del vino in veneto ad aver inaugurato quello che è uno degli eventi più attesi dell’anno asolano e di tutto il territorio.

Da Aprile a Ottobre: “Cento Orizzonti Asolani: visite guidate e passeggiate naturalistiche per scoprire Asolo”.

Agosto-Settembre: “Asolo Art Film Festival” da sempre legato al Festival del Cinema di Venezia è uno dei più importanti festival internazionali dei film sull’arte e le biografie d’artista.

Settembre: “Incontri Asolani: Festival internazionale di musica da camera“, si svolge all’interno della trecentesca chiesa di San Gottardo e per l’elevato prestigio degli esecutori è uno dei festival musicali più importanti del Veneto.

Settembre: “Festival del Viaggiatore” incontri letterari e non solo per scoprire come ogni vita sia un viaggio.

Prodotti tipici

La cucina di Asolo è semplice e genuina, legata al mutare delle stagioni: risi e bisi, risotti, pasta e fagioli, coniglio in tecia, frittata rognosa col salame, soppressa, pollo alla cacciatora e in umido, polenta e costicine, oca arrosto e al forno, radicchio condito con il lardo, e specialità che risentono dell’influenza veneziana quali sarde in saor e bigoli in salsa. Il tutto insaporito dal prezioso Olio Extravergine d’Oliva dei colli Asolani e accompagnato dal dorato oro dei colli, il Prosecco Asolo Superiore DOCG.

Strutture ricettive pet-friendly ad Asolo

Hotel Villa Cipriani

Albergo Al Sole

Hotel Asolo

Asolo (TV)
31010
Piazza Gabriele D’Annunzio, 1
0423 529046
iat@asolo.it
asolo.it
ComuneDiAsoloTurismo

visit_asolo

cosa fare e vedere ad asolo

Passeggiando fra le vie di Asolo con i nostri amici a quattro zampe - Foto: Beatrice Bonsembiante

Asolo, il borgo dog amato da poeti e artisti

Presentazione di Asolo, borgo dog del veneto che può essere visitato accompagnati dai propri amici a quattro zampe in ogni stagione dell'anno.
Leggi l'articolo