Cordovado - Torre Nord - Foto: Francesca Zadro e Matteo Petraz

Vacanze con animali a Cordovado

Cordovado è un piccolo gioiello in provincia di Pordenone, dal 2004 fra i borghi più belli d’Italia e ricco di storia e monumenti: il castello, il borgo medioevale, il santuario mariano più vecchio della diocesi, gioiello dell’arte barocca, l’antica pieve risalente al XV secolo ma anche ambiti naturalistici che armonicamente si inseriscono in un affascinante itinerario.

Terra di ispirazione poetica per grandi letterati quali Ippolito Nievo e Pier Paolo Pasolini

L’area di Cordovado fu abitata in età romana e forse precedentemente, ma la storia documentata inizia nel medioevo, legata alle vicende del grosso complesso agricolo (CURTIS) che si estendeva in prossimità del guado su un antico ramo del Tagliamento (VADUM).

Cosa vedere a Cordovado

Fra i diversi luoghi di interesse storico-artistico di Cordovado da vedere assolutamente elenchiamo i seguenti:

  • il castello, accertato come “castro Cordevadi” con un atto di investitura del 1276, era cinto da fossato murato con ponte levatoio e insisteva dentro un borgo fortificato dal perimetro più largo, murato, con fosse esterne e due torri portaie che costituiscono la parte ancor oggi visibile;
  • pieve di Sant’Andrea, antica pieve concordiese, legata al Capitolo della Cattedrale, qualificata recentemente come duomo la vecchia chiesa di Sant’Andrea fu profondamente rimaneggiata o rifatta nel tardo Quattrocento (il portale reca un’iscrizione del 1477);
  • il Santuario della Beata Vergine, inaugurato il 1 maggio 1603, esempio di straordinaria bellezza di barocco veneto a pianta ottagonale: oltre ad essere il più antico santuario mariano della diocesi, conquistò una fama notevole con affollati pellegrinaggi di fedeli che provenivano anche da luoghi molto lontani;
  • la fontana di Venchieredo, che costituisce un luogo naturale e culturale d’altissimo interesse, per essere l’ambiente di una fra le più palpitanti e poetiche pagine delle Confessioni di Ippolito Nievo;
  • il lago di Cordovado, originatosi in una ex cava di ghiaia: le estrazioni di materiale ghiaioso in quel luogo, infatti, sono state eseguite fino a una profondità di 13 metri, che è l’attuale profondità del lago. Tale scavo ha intaccato la falda freatica presente nel sottosuolo, dando così origine all’attuale specchio d’acqua.

Cosa fare

A Cordovado è possibile scegliere fra diversi itinerari a piedi e in bici. Di sicuro, con i vostri pet potrete fare splendide passeggiate fra luoghi storici e ambienti naturali adatti agli animali domestici.

Piatti tipici

I piatti tipici di Cordovado sono il Lengal e il Dolce Spaccafumo: il primo è un tipico prodotto della pianura friulana e veneta costituito dalla lingua di maiale insaccata con la carne di cotechino; il secondo è un dolce con fichi secchi, uvetta, noci, nocciole, pinoli, mandorle, arancini e miele. Insomma, le prelibatezze non mancano!

Cordovado (PN)
33073
Piazza Cecchini, 24
0434/1689807
info@turismocordovado.it
turismocordovado.it
Turismo Cordovado

cosa fare e vedere a cordovado

Itinerari pet friendly a Cordovado

3 itinerari pet friendly a Cordovado

3 itinerari a piedi da fare con i nostri amici a 4 zampe nel comune di Cordovado, il primo borgo dog del Friuli-Venezia Giulia.
Leggi l'articolo